CIFTA

Conseil International des Fédérations Théâtrales d'Amateurs de culture latine

Benvenuti nel sito del CIFTA

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Fondato nel 1947, il Comitato Internazionale delle Federazioni di Teatro Amatoriale di cultura latina è il Centro Regionale dell'AITA-IATA absl per i paesi di lingua latina.

Egli comprende, attualmente, più di 10.000 compagnie teatrali raggruppate in 15 Fede-razioni che rappresentano 9 paesi.

Gli obiettivi del CIFTA sono quelli di facilitare, tra i suoi membri, scambi di esperienze e di informazioni, coordinando la loro azione sul piano internazionale.

La lingua ufficiale è il francese. 

Il CIFTA sostiene il Festival Mondiale del Teatro Amatoriale di Monaco che ha luogo ogni 4 anni nel Principato e organizza il Festival Internazionale di “creazione”, a tema prescelto, “Les Estivades che si tiene ogni 3 anni nella città di Marche-en-Famenne (Belgio).

L'ammissione di una Federazione teatrale al CIFTA è subordinata all'invio di un dos- sier presentato al CIFTA stesso riunito in Assemblea Generale. Dopo un attento esame del dossier, la candidatura può essere accettata a maggioranza dei 2/3 dei membri presenti o rappresentati all'Assemblea Generale. L'appartenenza di una Fede-razione al CIFTA  è subordinata al rispetto dello Statuto ed al pagamento di una quo-ta annuale. Il CIFTA non accetterà, nel suo seno, più di tre Federazioni teatrali per ogni paese aderente.

la sua génesi

Troviamo le prime tracce di un'organizzazione internazionale di teatro amatoriale nel 1907. Si chiamava “Federazione Internazionale delle Società diTeatro Amatoriale” 

(FISTA) e comprendeva la Francia, la Svizzera, il Lussemburgo ed il Belgio. E' stato dopo la seconda guerra mondiale, nel 1947, che, su questa base ed allo scopo di rag- gruppare le Federazioni di Teatro Amatoriale, condividendo un'uguale affinità cultu- rale latina, nacque il CIFTA: “Comitato Internazionale delle Federazioni di Teatro Amatoriale di Cultura Latina”. Questo sodalizio contribuì alla creazione dell'AITA, “Associazione Internazionale di Teatro Amatoriale”, avvenuta a Bruxelles nel 1952, di cui il CIFTA costituisce tutt'ora uno dei nove Centri Regionali.

Il CIFTA raggruppa 15 Federazioni teatrali di cultura latina provenienti dall'Europa, dall'America del nord (Quebec) e dall'Africa: Francia,  Belgio francofono, Spagna, Principato di Monaco, Svizzera di lingua francese italiana e retoromancia, Canada francofono, Marocco, Tunisia,  ed Italia con le sue tre Federazioni Nazionali, FITA, TAI ed UILT. Insieme costituiscono un vero “esercito culturale” di 12.500 compagnie teatrali con più di 200.000 associati.

la sua attività

Le attività principali del CIFTA consistono nello stimolare gli scambi teatrali, all'in- segna della cultura latina, attraverso la partecipazione a Festival Internazionali, nell'organizzare convegni, gemellaggi, seminari e corsi di formazione. Il suo “fiore all'occhiello, e più importante appuntamento, è il Festival triennale tematico “Les Estivades” di Marche-en-famenne (Belgio). Un evento di grande prestigio.

Ai membri delle Federazioni il CIFTA propone: 

  • La partecipazione a “Les Estivades” : Festival triennale a tema a Marche-en-Fa- menne.
  • L'accesso ai Festival Internazionali.
  • L'accesso agli stages internazionali di formazione. 
  • Un incoraggiamento a realizzare gemellaggi tra compagnie teatrali di diversi paesi.
  • La partecipazione al suo Congresso annuale, vero appuntamento di festa.
la sua organizzazione

E' conforme ad una “Associazione senza scopo di lucro” con un'Assemblea Generale ed un Comitato Direttivo.

Il Comitato Direttivo

Il Comitato Direttivo, composto da 5 a 7 membri provenienti da paesi e Federazioni teatrali differenti, procede alla promozione ed alle informazioni riguardanti le attività delle varie Federazioni aderenti. E' eletto dall'Assemblea Generale per tre anni con mandato rinnovabile una sola volta.

L'Assemblea Generale annuale

L'Assemblea Generale è organizzata a turno da una delle Federazioni aderenti nel luogo designato dall'Assemblea Generale stessa, variando il paese. Viene chiamato anche Congresso in quanto, oltre all'aspetto statutario, è un importante momento di incontro. La sua organizzazione rappresenta uno sforzo finanziario ed organizzativo importante per la Federazione chiamata a farlo, poiché deve rispondere a livelli di accoglienza soddisfacenti le cui condizioni vengono menzionate più sotto.

Condizioni per l'organizzazione del Congresso annuale

Spetta alla Federazione organizzatrice assicurare, in un contesto festivo, i servizi seguenti:  

  1. Accoglienza e presa in carico per 2 notti dei congressisti, sia delegati delle Federazioni che del Comitato Direttivo.
  2. Messa a disposizione di locali conformi allo svolgimento dell'Assemblea Genera-le e di eventuali riunioni di lavoro, per la durata di due giorni.
  3. Organizzazione di spettacoli teatrali e d'animazione proposti ai congressisti.

Menu Langues